PITTURA OMNIA 
RIVISTA D'ARTE ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
DI CHI E' FIGLIO? 
 
Chi ha sentito parlare di Flippo Lippi, sa che ha avuto un figlio di nome Filippino, il quale divenne alla morte del padre, allievo del Botticelli. Nessun mistero dunque. Ma analizziamo i tre autoritratti dei personaggi in causa. 
Botticelli (1445-1510) 
Filippino Lippi (1457-1504) 
Filippo Lippi (1406-1469)  
Cosa sappiamo della storia prima della nascita di Filippino?  
Vasari scrisse che Sandro era un fanciullo dotato che sapeva leggere, scrivere e fare di conto e che il padre lo portò a bottega da Filippo Lippi, dove Botticelli iniziò il suo apprendistato. Sappiamo che a bottega si entrava a partire da i dieci anni e quindi probabilmente divenne allievo del Lippi dal 1455. Alcuni spostano la data del suo apprendistato presso il Lippi per due anni dal 1464 al 1466, ma questo è improbabile dato che già dal 1470, Botticelli lavorava come pittore autonomo ed era pronto per aprire una sua bottega. Oltretutto dopo il Lippi, egli fu allievo sia del Pollaiolo che del Verrocchio, cosa improbabile dunque che il suo apprendistato sia avvenuto dopo il 1466, quando Sandro aveva già più di vent'anni.  
In effetti non si sa molto degli anni giovanili di Botticelli, ma per certo si sa che il suo primo maestro fu proprio Filippo Lippi, frate carmelitano, il quale si innamorò nel 1456 della giovane monaca Lucrezia Buti, che rapì dal convento quello stesso anno creando grande scandalo. Visse con questa donna fino alla fine dei suoi giorni e Filippino nacque nel 1457, l'anno dopo il loro incontro, mentre la secondogenita Alessandra nel 1465, otto anni dopo Filippino.  
Non sappiamo perchè Botticelli lasciò la bottega del Lippi, ne quanto tempo dopo il suo arrivo, ma sappiamo di certo che non appena Filippino restò orfano di padre all'età di dodici anni, entrò a bottega proprio dal Botticelli, probabilmente condotto dalla madre Lucrezia.  
Una scelta fatta a caso?  
(FAGR 24-6-09)