PITTURA OMNIA 
RIVISTA D'ARTE ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
LA TREDICENNE CHE DIEDE IL VOLTO A MARIA 
 
Angelina Cian fu la modella ispiratrice del pittore dalmata Roberto Ferruzzi (1853-1934), il quale dipinse a Luvignano, sui colli Euganei (luogo dove visse quando si trasferì in Italia dalla Jugoslavia), una delle Madonne più famose del mondo, nota con molti nomi tra cui: “Madonna del Ferruzzi”, “Madonna del Riposo”, “Madonna della Tenerezza”, etc.  
Ferruzzi con questo quadro vinse la seconda Biennale di Venezia e il successo di questo suo capolavoro fu da subito grandissimo. Purtroppo il quadro non fu fortunato perché sparì misteriosamente durante la Seconda guerra mondiale e oggi ne esistono solo delle copie; ci sono molte versioni che raccontano quanto potrebbe essere accaduto, tra cui il suo essere comprato da un americano la cui nave venne silurata dai tedeschi, ma nessuno sa nulla con sicurezza.  
La sorte della modella della celebre “Madonna del Ferruzzi” non fu di certo più fortunata.  
Angelina era una giovane tredicenne di Luvignano appartenente ad una famiglia povera; seconda di 15 figli, come si usava ai suoi tempi le veniva sempre affidata la cura dei fratelli minori e quando Roberto Ferruzzi la vide con in braccio un fratellino di pochi mesi, ne rimase talmente colpito da decidere di fare loro un quadro dedicato alla maternità. La famiglia Cian in seguito si trasferì a Venezia dove vivevano molti loro parenti e qui, la fanciulla s'innamorò di Antonio Bovi, il quale la sposò per poi portarla con sé in America. Essi abitarono a Oakland in California, ebbero 10 figli e quando erano ancora tutti piccoli, Antonio morì a soli 42 anni. Angelina dovette affrontare grosse difficoltà economiche e alla fine ebbe un cedimento psichico. La sua storia finisce con lei che rimase fino alla morte in un manicomio mentre i figli furono rinchiusi in orfanotrofio.  
Non disse mai a nessuno che fu la modella di uno dei quadri più famosi del mondo, evidentemente non lo ritenne importante. Nessuno ne sarebbe mai venuto a conoscenza in quanto la lontananza aveva reciso completamente i rapporti di Angelina Cian con la famiglia veneziana, ma sua figlia Mary, diventata suora con il nome di suor Angela Maria Bovo, venne in Italia nel 1984 per conoscere i parenti della madre e trovò vive due sorelle della madre che le raccontarono la storia della “Madonna Ferruzzi”.  
(FAGR 8-4-15)