PITTURA OMNIA 
RIVISTA D'ARTE ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
MESTIERI UMILI 
 
Molti dei mestieri del passato oggi non esistono più (come lo spazzacamino), essi sono stati sostituiti dalle macchine, le quali presero il posto dell'uomo nei lavori più pesanti.  
La pittura ci mostra però quali erano le reali condizioni della gente comune prima dell'era fotografica descrivendo quali lavori compivano le donne, gli uomini e i bambini.  
Con l'avvento del Cristianesimo la schiavitù in Europa venne abolita, ma non il senso di possesso dei datori di lavoro, come ci lascia intendere il pittore Teniers nel suo quadro qui di sotto.  
Il problema di sempre per un povero (la serva di Teniers si vede bene che è in difficoltà), è se morire di fame o accettare i sopprusi di un padrone per rosicchiare un osso sicuro.  
A partire dall'Ottocento saranno molti i pittori che s'interesseranno alla vita degli umili, così Charles Cottet ci fa sapere che potevano esserci guardiane di porci anche di tarda età; Millet e Dupré ci parlano delle fatiche delle contadine, Gavarini ci descrive la dignità che poteva avere uno spazzacamino, Maes della stanchezza delle cameriere e così via.  
I personaggi più altolocati si ritraevano con abiti lussuosi e soprattutto le dame, erano cariche di gioielli, chi svolgeva i mestieri più umili invece, portava vesti semplici, però sempre visibilmente pulite e ordinate.  
Traspare nei protagonisti poveri dei quadri, la dignità di un popolo fiero che affronta le difficoltà con coraggio.  
Gli artisti che dipinsero i mestieri umili furono sgraditi alle autorità, le quali preferivano non divulgare immagini di realtà dolorose mentre nelle alte sfere si precava denaro.  
Le cose sono oggi cambiate, ma forse poi non di molto.  
(FAGR 7-7-11)  
Charles Cottet (1863-1925)  
 
Aelbert Cuyp(1620-1691)  
 
Julien Dupré (1851-1910)  
 
Jean-François Millet (1814-1875)  
 
Paul Gavarni (1804-1866)  
 
Nicolaes Maes (1634-1693)  
 
Teniers (1610-1690)