PITTURA OMNIA 
RIVISTA D'ARTE ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
LE SCUOLE 
 
Si dice che Carlo Magno inventò la scuola, ma in realtà l'imperatore analfabeta ebbe solo il merito di far rivivere quanto il basso Medioevo aveva soppresso. L'nsegnamento ai giovani era sempre infatti esistito fin dall'antica Grecia anche se avveniva in modo molto diverso da quello dei nostri tempi.  
L'erudizione dopo la caduta dell'Impero Romano, fu interamente nelle mani della Chiesa e gli unici centri di cultura erano all'interno dei conventi. I re barbari vincitori sui grandi Cesari, se ne disinteressarono finchè Carlo Magno non capì quanta potenza poteva dare l'istruzione e iniziò il lento cammino per strappare tale priorità ai cattolici. Si ritornò quindi a pagare precettori per i figli dei nobili e a insegnare all'aperto sotto colonnati come si usava in passato.  
La storia della pittura ci dice che le prime scuole come noi le intendiamo, apparvero solo nel XVII secolo. Osservando i dipinti più antichi come la “Presentazione di S. Agostino alla scuola di Tagaste”, del ciclo dedicato a S.Agostino realizzato da Benozzo Gozzoli, si scopre che fino a Rinascimento inoltrato ancora s'insegnava all'aperto. Sebbene il Santo nacque nel 354 d.C., Benozzo dipinge la scena di una scuola tipica del XV secolo; i personaggi indossano abiti rinascimentali, gli alunni studiano la grammatica e uno di loro, viene punito lasciandoci capire la severità dei maestri di quei tempi.  
Raffaello in Vaticano nel celebre affresco de “La scuola d'Atene”, ci mostra una scuola dell'antica Grecia. L'artista urbinate avvalendosi di preziosi testi antichi, raffigura l'architettura tipica greca con in primo piano una scalinata piena di adulti e giovinetti nell'atto di apprendere le varie discipline: quelle letterarie presiedute da Platone e quelle tecniche-scientifiche da Aristotele. Essendo intenzionato a mostrare la grandezza della Chiesa simile a quella Magna Grecia, se le scuole fossero state al suo tempo in ambienti chiusi, avrebbe svolto il suo capolavoro diversamente.  
Soltanto dal 1600 si incominciano a dipingere stanze piene di bambini con un maestro alla cattedra. Terminato il tempo della scuola all'aperto, nascono anche le prime iniziative per insegnare ai giovani i cui genitori non possono permettersi un precettore.  
Steen Jan (1626-1679), artista olandese, ci fa scoprire che queste classi del passato erano miste come ai nostri giorni e che esistevano già le scuole serali.  
Nell'Ottocento, periodo in cui le istituzioni scolastiche prendono a svilupparsi maggiormente, i quadri con classi piene di studenti divengono ancora più frequenti. Vari sono i dipinti dedicati alle scuole d'arte come quelli di Matthew Pratt, di Wadswort e Degas, il quale renderà famose le scuole di danza classica francesi.  
Risalta spesso in questi dipinti, l'abitudine dei maestri di frustare gli allievi, come già anche Bruegel metteva in evidenza in un'incisione cinquecentesca. Le punizioni corporali vennero abolite in Italia con una circolare solo nel 1950, ma in altri paesi europei, assai dopo.  
Utile è anche ammirare i ritratti di ragazzi e ragazze vestiti con divise scolastiche e con cartellette sottobraccio (i libri si portavano perlopiù in mano).  
Gli dei mitologici, le cui storie nel corso dei secoli vennero spesso rielaborate fino alla fine del XIX secolo, furono anch'essi usati per raffigurare il mondo della scuola. Essendo i quadri commissionati da persone potenti, è però la figura del precettore ad essere messa in primo piano nell'insegnamento. Cupido prende lezioni private da Mercurio per il Correggio e dalle Muse per Reynold. Esistono parecchie versioni di "Educazione di Amore" e tutte vogliono esaltare oltre l'importanza dell'istruzione, la superiorità di chi può pagare buoni maestri.  
(FAGR 7-2-10) 
 
Benozzo Gozzoli  
 
Raffaello Sanzio  
 
Jan Steen  
 
Jan Steen 
 
Jan Steen 
 
Scuola serale  
 
Matthew Pratt  
 
Wadsworth  
 
Scuola di filosofia  
 
Bruegel  
 
Mercier  
 
Wilson  
 
Wilson  
 
Renoir 
 
 
 
Degas 
 
Correggio 
 
Reynolds