PITTURA OMNIA 
RIVISTA D'ARTE ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
 
NOVECENTO ITALIANO 
 
Il gruppo di Novecento comprese quasi tutti gli artisti italiani ed essi si radunarono per la prima volta a Milano nel 1922, su iniziativa della critica d’arte e giornalista Margherita Sarfatti, la quale diventò la loro portavoce. Il nome Novecento derivò dall’ambizione di questi pittori di rappresentare un’epoca. Il presupposto comune fu quello di riferirsi alla gloriosa tradizione italiana del passato: dal Trecento al Rinascimento e ciò piacque a Mussolini che li appoggiò per lungo tempo.  
I novecentisti rielaborarono l’arte del passato semplificandone le forme e ne sono un esempio i quadri: “Architetto” di Sironi, dove il pittore attua una semplificazione formale dell’arte quattrocentesca e il “Ritratto di Silvana Cenni” di Felice Castrati, riferito al dipinto di Piero della Francesca “Sacra conversazione”.  
La crisi novecentista iniziò già dagli anni trenta nonostante continuassero le mostre anche all’estero. A collaborare per la fine di Novecento, fu la nascita di gruppi anti-novecentisti e soprattutto, la perdita della portavoce Margherita Sarfatti. La critica d’arte essendo ebrea, venne colpita dalle leggi razziali e dovette fuggire in Argentina nonostante fosse stata amica di Mussolini, tanto d’aver potuto scrivere una sua biografia tradotta poi in 18 lingue.