PITTURA OMNIA 
RIVISTA D'ARTE ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
 
IL GRUPPO DI CORRENTE 
 
Tra i gruppi anti-novecentisti, Corrente fu quello che criticò con più forza Novecento per l’appoggio dato alla società fascista. Questi artisti si batterono per la libertà dell’arte contro la dittatura culturale di Mussolini ed ebbero successo solo dopo la seconda guerra mondiale. Il gruppo nacque nel 1938 dopo l’uscita del quindicinale Corrente da cui prese il nome; si trattava di un foglio uscito per volontà del pittore Ernesto Treccani in cui si raccoglievano le speranze degli artisti italiani. Tra i pittori di Corrente vi furono: Guttuso, Treccani, Sassu e altri, ma vi parteciparono anche scultori come Manzù, Paganin ecc. Essi si ispirarono all’Espressionismo, al Picasso di “Guernica”, a Van Gog e ai Fauves. Il tema più ricorrente nei loro lavori fu quello drammatico della guerra, anche se non venne mai affrontato direttamente, ma solo fatto intuire. Guttuso scrisse sul suo diario: -Questo è tempo di guerra e di massacri, voglio dipingere questo supplizio di Cristo come una scena di oggi.- e nacque così la sua “Crocifissione”. Egli dipinse anche la fucilazione di Garcia Lorca e “Fuga dall’Etna, dove il cromatismo di tipo espressionistico rese perfettamente l’esasperazione e l’orrore per i tanti massacri commessi in quei tempi.