PITTURA OMNIA 
RIVISTA D'ARTE ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
L'INTENSO AMORE DI UN PITTORE PER UNA PITTRICE 
 
La storia della pittura riporta di molti amori provati da artisti innamorati, ma tra i più intensi risulta quello nutrito dal pittore Giovan Paolo Zappi nei confronti di Lavinia Fontana, una pittrice bolognese per cui seppe sacrificare la sua stessa carriera pur di poterla sposare. Egli divenne in pratica suo assistente a vita e da quel che si sa, non se ne pentì mai. 
Lavinia (1552-1614) che mise al mondo con lui ben 11 figli, era figlia del pittore Prospero Fontana (1512-1597), un maestro dal ruolo importante nella pittura manieristica del suo tempo e perciò ebbe la possibilità di divenire una famosa ritrattista a Bologna; il marito però gestendo l'organizzazione commerciale della sua bottega e garantendo per lei, la rese immortale ai posteri aiutandola ad ottenere grandi successi anche a Roma.  
Fu infatti Giovan Paolo a condurre le trattative con il papa bolognese Gregorio XIII e a permettere così che venisse soprannominata “Pontificia Pittrice”. Nel XVI, ma anche nel XVII, XVIII e XIX secolo, le donne pittrici non avevano modo di lavorare senza la protezione maschile e difficilmente si vedeva un marito pittore sacrificarsi per la moglie come fece Giovan Paolo Zappi.  
 
(FAGR 22-2-17)  
 
Autoritratto di Lavinia Fontana 
 
 
FAI ESEGUIRE DALLA FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO QUALSIASI DIPINTO DAL 1200 AL 1900, CON GLI STESSI PROCEDIMENTI E TECNICHE USATE DAI GRADI MAESTRI DEL PASSATO, REALIZZATI RIGOROSAMENTE A MANO. 
RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO 
info@pec.falsodautoregiulioromano.it