STORIA OMNIA 
RIVISTA DI STORIA ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
N
 
O
 
P
 
R
 
S
 
T
 
V
 
U
 
Z
 
 
 
 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IL CAVALIERE SENZA MACCHIA E SENZA PAURA 
 
Pierre Terrail de Bayard (detto il Baiardo in Italia) di soprannomi esaltanti ne ebbe in gran quantità, tra cui anche “Cavaliere senza macchia e senza paura” perché con le sue gesta seppe infiammare davvero tanto le fantasie del suo tempo.  
Nacque tra il 1473 e il 1476 in Francia nel castello di Bayard nei pressi di Pontcharra, figlio del signore di Bayard, Aymon Le Vieux, discendente della piccola nobiltà di spada.  
Nella sua famiglia in molti si erano fatti onore servendo i reali francesi per cui di esempi capaci di ispirarlo a divenire un eroe al piccolo Pierre di certo non mancarono mai; divenne così l'ultimo grande rappresentante della cavalleria medievale tanto da entrare nella leggenda come paladino del coraggio, della gentilezza e dell'onestà. 
Durante le guerre cinquecentesche tra Francia e Spagna avvenute sul suolo italiano, egli si fece sempre onore salvando in più occasioni le armate francesi di cui faceva parte e questo fino al giorno della sua morte avvenuta nella battaglia di Romagnano nel 1521. 
Il suo comportamento eroico unito ad una eccezionale bravura come spadaccino (ammirata anche dai suoi avversari), affascinò parecchio pittori e scrittori ed è perciò che questo cavaliere francese risulta il più celebrato alla fine del Medioevo non solo in patria, ma anche in tutta Europa. 
(FAGR 11-5-17)