A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
L'OMICIDIO IRRISOLTO DI ARCIMBOLDO 
 
Nella Storia dell'arte vi sono numerose morti misteriose di pittori passati ad altra vita senza che le cause siano state ben accertate e tra queste vi è il caso del brutale assassinio di Giuseppe Arcimboldo (1523-1593).  
Questo artista milanese lavorò a lungo alla corte asburgica (partì per Vienna nel 1562) e fu stimato sia da Massimiliano II d'Asburgo che dal suo erede Rodolfo II, specialmente per i suoi ritratti burleschi eseguiti combinando tra loro prodotti ortofrutticoli, pesci, uccelli, libri etc. Tornò a casa sano e salvo (nel 1587), ma dopo soli sei anni in patria si era già attirato addosso l'odio imperituro di qualcuno.  
Che sia stato ucciso a causa del suo successo (far ridere i suoi reali commissionanti lo aveva reso molto ricco), per furto o per motivi personali non sarà mai dato a noi saperlo perché sul momento a nessuno interessò indagare più di tanto sulla morte di un semplice pittore, anche se famoso in tutta Europa. 
(FAGR 22-10-15)