A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
T
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
 
 
 
PITTURA OMNIA rivista della FAGR
ALLA RICERCA DELL'ISPIRAZIONE 
 
Tutti gli artisti sono constantemente alla ricerca di ispirazione, non esiste invenzione in arte che non sia scaturita da qualcosa visto o letto; persino il grande Leonardo da Vinci puntò sull'osservazione di quanto offrivano i suoi tempi per creare stupefacenti lavori artistici, tra cui vi furono anche quelli di fisiognomica (espressioni facciali), i cui disegni si diffusero verso la metà del XVI secolo in tutta la Lombardia; in qualche modo essi giunsero alla pittrice cremonese di origine aristocratica Sofonisba Anguissola (1532-1625), la quale ispirata da tali capolavori, realizzò un disegno a carboncino e matita su carta cerulea nel 1554 che divenne molto famoso intitolato: “Fanciullo morso da gambero”. Il suo fratellino Asdrubale mentre stava accanto alla sua sorellina Europa, mise la mano in un cestino dove dentro c'era un gambero che lo punse e lo fece piangere dal dolore, così subito lei lo immortalò su uno dei suoi fogli. Questo disegno rappresenta la prima espressione artistica in cui un dolore fisico improvviso provoca del pianto e non stupisce il suo successo perché il padre di Sofonisba che sosteneva il talento della figlia, lo portò da vedere a Michelangelo Buonarroti, il quale lo lodò molto. E' probabile che una copia di questo disegno fu vista anche da Michelangelo Merisi, detto Caravaggio (1571-1610), mentre si trovava a lavorare a Roma per il Cavalier Arpino e lo abbia ispirato per il famoso quadro intitolato: “Ragazzo morso da ramarro”. Anche il milanese Merisi  avendo capito a fondo la lezione di Leonardo, amava studiare i caratteri psicologici e morali delle persone e tale passione nella sua arte si trasformò in immagini stravolte capaci di impressionare l'osservatore (grazie anche alla tecnica del chiaroscuro). Gli studi di fisiognomica dopo Leonardo furono continuati in profondità da Caravaggio, il quale se prese una volta ispirazione da Sofonisba, lui dopo ispirò tantissimi artisti con la sua arte anticlassica, sempre alla ricerca di una  poetica mirante ad attirare l'attenzione su chi a questo mondo non viveva una vita fortunata.  
 
(FAGR 21-06-2024) 
Sofonisba Anguissola 
 
Caravaggio