A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
T
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
UN GRANDE SCANDALO A VENEZIA 
 
Grande scandalo fece a Venezia il pittore veneziano Carlo Crivelli (1430 ca.-1495 ca.), stimato artista che studiò pittura a Padova e dipinse per tutta la vita alla maniera del Mantegna, senza però aderire alle grandi correnti rinascimentali del suo tempo. Il 7 marzo del 1457, fu condannato a sette mesi di carcere e a una forte multa per aver rapito e tenuto sequestrata a lungo, Tarsia, la moglie di un marinaio della Serenissima. Per lavorare il pittore, figlio di un altro pittore, Iachobus (di cui non ci sono rimaste opere), dovette poi lasciare la sua città per non farvi più ritorno. Gli spostamenti che fece furono facili da seguire dagli studiosi in quanto il Crivelli risulta uno dei rari artisti quattrocenteschi con l'abitudine di firmare le sue opere. Di sicuro uscito dal carcere riparò a Padova, dove fece amicizia con il pittore dalmata Giorgio Schiavone, perché lo seguì a lavorare a Zara in Dalmazia. Quando lasciò Zara, egli si stabilì nelle Marche dove rimase fino alla morte (anche se spostandosi spesso). In questa regione la sua arte dove appariva un sontuoso decorativismo di matrice tardo-gotica (ricco di marmi pregiati, tessuti preziosi, frutti e animali), venne molto apprezzata. 
 
 
(FAGR 23-11-2020) 
 
Madonna della Passione 
 
 
FAI ESEGUIRE DALLA FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO QUALSIASI DIPINTO DAL 1200 AL 1900, CON GLI STESSI PROCEDIMENTI E TECNICHE USATE DAI GRADI MAESTRI DEL PASSATO, REALIZZATI RIGOROSAMENTE A MANO. 
RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO 
info@pec.falsodautoregiulioromano.it