A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
T
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
UN PITTORE-INVENTORE FRANCESE 
 
Il re di Francia Luigi XV e la sua favorita Marchesa di Pompadour, amarono molto il pittore francese Jean-Jacques Bachelier (1724-1806) per la sua bravura nel dipingere piante fiori e animali, genere pittorico in cui si era specializzato, ma anche per le sue infinite capacità inventive. Egli fu pittore, inventore, scrittore e nel 1751 venne nominato anche direttore artistico della porcellana di Vincennes. Quando si appassionò a dipingere porcellane portò innovazioni nella pittura di questo genere di grande successo che lo fecero salire la scala dei posti di prestigio della sua carriera fino a giungere in cima. Grazie a lui tornò di moda l'antica tecnica ad Encausto (colori mescolati alla cera) e quella della cera a freddo, ormai in disuso perché difficili da realizzare, ma la sua abilità era tale da sbalorditre chiunque; in questo periodo creò i primi pastelli a cera e successivamente quelli ad olio. Nel 1793 mise a punto degli strumenti adatti ad incidere sugli specchi dando vita a nuove immagini che affascinarono molto la nobiltà dell'epoca. Le sue capacità artistiche unite a quelle inventive, oltre al favore del re, gli permisero di salvarsi dall'odio dei rivoluzionari verso i collaboratori della vecchia monarchia come era stato lui e di superare indenne il periodo del Terrore. 
(FAGR 23-02-2023)  
 
Ritratto di Bachelier di Adelaide Labille-Guiard (1749-1809)