PITTURA OMNIA 
RIVISTA D'ARTE ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
SHAKESPEARE DIPINTO: SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE 
 
William Shakespeare (1564-1616) scrisse commedie per il teatro di tanta bellezza da rimanere immortali e le rappresentazioni di queste opere, vennero eseguite non solo a teatro, ma anche in scene disegnate per soggetti di quadri. Tra questi dipinti spicca quello dedicato all'opera: "Sogno di una notte di mezza estate", una delle commedie più famose dello scrittore inglese, ricca di equivoci e personaggi indimenticabili come il folletto Puck. La storia è tanto divertente quanto complessa perchè ci sono ben tre narrazioni diverse collegate tra loro e il filo conduttore, parla del matrimonio tra Teseo, il duca di Atene e Ippolita, la regina delle Amazzoni. Il primo intreccio racconta le avventure di due giovani ateniesi (Lisandro e Demetrio); il secondo è dedicato al re degli elfi Oberon e a sua moglie (la regina delle fate Titania); infine il terzo racconta di un gruppo di artigiani che decide di mettere in scena uno spettacolo per festeggiare le importanti nozze imminenti tra Teseo e Ippolita.  
Shakespeare costruì un elaborato intreccio dove si può assistere ad una commedia dentro l'altra e dove spicca anche uno dei personaggi comici più riusciti della sua produzione letteraria: quello di Nick Bottom, tessitore e commediante.  
Il pittore inglese sir Joshua Reynolds (1723-1792), interpreta il dispettoso Puck come un bambino pestifero (una sorta di Cupido), una figura comunque assai diversa da quella descritta dal pittore svizzero Johann Heinrich Fussli (1741-1825), che dipinse il folletto sempre richiamando il Cupido delle leggende mitologiche, ma con il volto e il corpo da uomo anziano provvisto di sguardo e una posizione minacciosa.  
In "Titania e Bottom" sir Edwin Landseer (1802-1873), raffigura il momento in cui Titania, preda di un incantesimo capace di farla innamorare perdutamente della prima persona che incontra, vede Botton mezzo uomo e mezzo asino e perde la testa per lui.  
Joseph Noel Paton (1821-1901) fece due rappresentazioni assai diverse tra loro: in "Titania e Oberon" appare lo stile neoclassico con colori e forme sui modelli di Ingres e in "Oberon e la sirena", il protagonista appare in una posa languida simile a quelle che si vedono nei quadri pre-romantici di Girodet-Trioson.  
Il tema iconografico di "Sogno di una notte di mezza estate" fu eseguito anche dal pittore pre-raffaellita Henry Meynell Rheam (1859-1920) ricordando i dipinti di Waterhouse suo contemporaneo, il quale dipinse come Rheam, personaggi del mondo Shakesperiano.  
(FAGR 10-6-11)  
 
Reynolds "Puck"  
 
Fussli "Puck"  
 
Sir Edwin Landseer "Titania e Bottom" 
 
Joseph Noel Paton "Titania e Oberon" 
 
Henry Meynell Rheam "Titania"  
 
Joseph Noel Paton "Oberon e la sirena"