PITTURA OMNIA 
RIVISTA D'ARTE ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
P
 
Q
 
R
 
S
 
V
 
Sito on line dal 24 giugno 2009 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
I PITTORI NATI A GIUGNO 
 
Purtroppo molti dei documenti del passato sono andati perduti e non hanno permesso di risalire alla esatta data di nascita di molti pittori ma solamente all'anno (spesso neppure a quello). Tra i pittori di cui abbiamo notizie certe, scopriamo che il mese di giugno ha dato i natali ad artisti capaci di rivoluzionare la pittura come: Pieter Paul Rubens (nato il 28-6-1577) diffusore dello stile Barocco; Gustave Courbet (nato il 10-6-1877) capo del movimento pittorico realista; Paul Gauguin (nato il 7-6-1848) ispiratore di movimenti di arte moderna; John Constable (nato l'11-6-1776) che cambiò il modo di dipingere i paesaggi; Perin del Vaga (23-6-1501), Pietro Paolini, artista barocco (nato il 3-6-1603) e il tedesco Abraham Mignon (nato il 21-6-1640), uno dei più grandi pittori di nature morte del suo tempo. 
A parte il loro talento e il mese di nascita, questi artisti però non hanno altro in comune. Essi sono nati in paesi differenti, cresciuti in momenti storico-politico differenti e la costellazione dei gemelli in cielo quando nacquero, nulla ha potuto fare per per farli assomigliare un po' di più.   
Rubens amò la bellezza formosa, Coubert fu sensibile ai problemi della sua società, Gauguin adorò la vita primitiva di chi risiede in nature incontaminate, Constable adorò i paesaggi della sua terra, l'Inghilterra, Mignon le nature morte, Perin del Vaga i corpi maschili, Pietro Paolini invece, nato quando ormai Caravaggio stava vivendo i suoi ultimi anni, seguì per un periodo lo stile provocatorio dal famoso pittore lombardo. E ancora, Rubens fu cortigiano e diplomatico, Gauguin detestò la vita convenzionale, Perin del Vaga fu un dandy, Constable un romantico realista, Coubert possedeva un animo da rivoluzionario, Mignon amava la solitudine e Pietro Paolini ebbe un carattere incostante. Si potrebbe continuare all'infinito nell'elencare le differenze tra loro ma non c'è davvero nulla che possa avvicinarli.  
(FAGR 10-6-11) 
 
Pieter Paul Rubens "Toletta di Venere"  
 
Paul Gauguin "Autoritratto"  
 
Gustave Courbet "Autoritratto con cane"  
 
John Constable "Paesaggio"  
 
Perin del Vaga "Madonna con Bambino"  
 
Pietro Paolini "Concerto"  
 
Abraham Mignon "Natura morta"